Blog: http://wondercozza.ilcannocchiale.it

Indulgenza e felicità

A volte invidio i crostari felici.

Quelle persone che dipingono o disegnano per diletto, e che producono, obiettivamente, opere inguardabili.
Ma loro le espongono fieri, perché nascono dal loro bisogno di esprimere e condividere qualcosa. Spesso sono belle emozioni espresse con cattivo gusto, oppure pensieri tristi, a volte cose banali.
Quello che invidio è questa consapevolezza del fatto che creare li fa star bene, che non possono farne a meno, che la catarsi e la sublimazione si possono ottenere anche con mezzi imperfetti.
Non sempre l'arte è un'esperienza estetica.
A volte è semplicemente saggia accettazione, serena celebrazione di sé.

Pubblicato il 1/12/2010 alle 20.27 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web